CLICCA QUI SE VUOI LEGGERE LE ALTRE PAGINE


NUOVE SCOPERTE DEL NOSTRO GIORNALE

ULTIMI
RITROVAMENTI
"TREVISO
SOTTERRANEA"


Ecco apparire altri cunicoli, altre misteriose cavità...

LE CAVITA' DI
VIA COMMENDA
E DI SANTA CATERINA



La cavità della larghezza di m. 2,20
sotto il palazzo quattrocentesco
dell'ing. Russo all'incrocio
di via Commenda e via Stangade.

CHE SCOPERTA
EMOZIONANTE!




L'ambiente sotterraneo rinvenuto sotto
l'ex convento della chiesa di santa Caterina,
costruito dai Servi di Maria sulle ceneri del palazzo
dei da Camino, ripreso verso via Commenda.
Da notare, in alto a sinistra,
la breccia tamponata sulla volta.


ALTRE GALLERIE
E STANZONI SOTTERRANEI
SOTTO IL TORRIONE
DI SANTA SOFIA,
TRA I VIALI
JACOPO TASSO
E DEI MILLE


Treviso è una piccola città cinta da mura cinquecentesche. Il suo centro storico lo si attraversa da un capo all'altro in una decina di minuti. Anche chi crede di conoscerla bene si sbaglia. L'antica "Trevisi" ha tre volti: uno affascinante (per il suo verde e le sue acque), uno interessante (per le sue vestigie e le sue pecularietà artistiche) e un terzo misterioso (ipogeo). Questa parte, intimamente nascosta, è appunto "Treviso sotterranea". Solo le ricerche condotte con coraggio dal giornale "Sportrevigiano" per oltre un decennio, hanno messo in luce la suggestiva archeologia medioevale e rinascimentale del sottosuolo.

UN INEDITO MONDO ARCHEOLOGICO



Una delle due aperture permette l'accesso al cunicolo trasversale, mentre sulla parete
del fondo si notano i fori comunicanti con gli stanzoni interni (Torrione santa Sofia).



L'interno dello stanzone si presenta perfettamente integro e sgombro da detriti.
Non dovrebbero esserci problemi per il recupero di questi sotterranei a fini turistici!
Da notare le piccole stalattiti che pendono dalla volta di copertura (Torrione santa Sofia).



torna alla pagina precedente


pag.1 pag.2 pag.3